Fughe per il Weekend

Weekend a San Candido: tra Ciaspolate, Spa e Degustazioni

Che montagna e benessere siano un binomio perfetto l’ho sempre pensato. A San Candido questo è più vero che mai. Era da qualche anno che mancavo da queste montagne e, devo dire la verità, non me le ricordavo così belle, anche ora che sono ancora coperte dal manto bianco dell’inverno. Il mio weekend a San Candido? Ve lo descrivo in quattro parole: sole, aria aperta, buona cucina e relax.

Weekend a San Candido: cosa vedere e cosa fare

San Candido è un piccolo ma grazioso paesino incastonato tra le splendide Dolomiti, nell’Alta Val Pusteria in Alto Adige. Appena arrivati ci accoglie la fresca brezza della sera che ci regala un cielo di stelle e uno scenario delle piste illuminate che ci ricorda che questa è una zona davvero bella e attrezzata per gli sport invernali. Non solo sci e snowboard ma anche ciaspolate e trekking sulla neve, le attività cui ci siamo dedicati nei nostri due giorni di permanenza a San Candido. D’altronde il Paese si affaccia proprio sull’ampio Parco Naturale delle Dolomiti di Sesto, che offre la possibilità di fare passeggiate uniche, ammirando lo spettacolo della natura nel silenzio dei boschi.

Ciaspolata a Val Campo di Dentro

Il primo giorno abbiamo fatto una bellissima ciaspolata lungo la Val Campo di Dentro, che congiunge Sesto a San Candido. Le escursioni partono dall’info point di San Candido, proprio nel centro del Paese, e sono adatte a tutti, anche ai bambini.

Assieme alla guida partiamo silenziosi alla scoperta di scenari mozzafiato. Camminiamo lenti ma costanti e non smetto di osservare il paesaggio innevato che brilla sotto i tiepidi raggi del sole. Le vette più alte si mostrano maestose, mentre il bosco regala una quiete preziosa, interrotta di tanto in tanto solo dalle carezze del vento.

Impariamo con la guida a riconoscere le orme dei diversi animali che popolano la montagna (lepri, camosci, cervi) e saranno le sensazioni che provo, i paesaggi incantati che vedo intorno a me, la bellezza di condividere con le altre persone del gruppo questa avventura, ma non mi accorgo di aver camminato quasi quattro ore. Se non avete mai vissuto l’esperienza della ciaspolata è davvero una cosa che vi consiglio di tutto cuore.

Degustazione di speck

La fame si fa sentire e allora l’occasione è perfetta, rientrando a San Candido, per assaggiare uno dei più famosi prodotti DOC di queste zone: lo speck, accompagnato dal pane di segale e cereali che qui è un must e che io adoro. Ci sediamo di fronte alle piste con la faccia rivolta al sole a goderci il tepore dei suoi raggi, che a metà pomeriggio ancora si fa sentire, e l’allegria delle famiglie che si godono in tranquillità le ultime sciate della stagione.

Relax alla SPA 

Ho soggiornato presso lo Sport Hotel Tyrol & Wellness. Dopo la ciaspolata ci aspetta qualche ora di assoluto relax nella spa dell’albergo, che devo dire merita davvero di essere visitata.

Ristrutturata di recente, è un ambiente molto curato e ben accessoriato pur non essendo enorme come i centri termali pubblici: piscina, saune, bagno turco, cabina a infrarossi, percorso kneipp, zona relax con i materassi ad acqua e un’invitante zona bar dove sono sempre disponibili caraffe di acqua, the e frutta.

L’atmosfera è molto rilassata e tranquilla ed è quello che apprezzo sempre molto delle spa di albergo. Vuoi mettere avere una cabina per la sauna tutta per te? Non mi sono fatta mancare nemmeno un trattamento calore fieno e un massaggio rilassante finale, che mi ha dato il colpo di grazia. Chi voleva più andare via?

Cenare con prodotti locali

Ma ci attende una cena a base di specialità locali e non possiamo tirarci indietro no? Il Pic Nic è un ristorante accogliente, in stile “casa di caccia” ma raffinato. Per cominciare abbiamo assaggiato uno dei vini tipici della zona, il Lagrein, perfetto per accompagnare i sostanziosi piatti che abbiamo ordinato: dal carpaccio di speck, ai ravioli di patate fatti in casa con ripieno alle mele, fino al capriolo in umido con la salsa di mirtilli rossi e alla rosticciata alla tirolese.

E per concludere degnamente? Frittelle alle mele in salsa di vaniglia appena sfornate, accompagnate da una grappa al mirtillo artigianale. Vi ho fatto venire fame vero? Un’esperienza gastronomica super, d’altronde questa è una zona rinomata per la sua cucina.

Bagni di San Candido

Meno male che il giorno dopo ci siamo dedicati di nuovo allo sport, approfittando della bella giornata, facendo una passeggiata in doposci fino ai Bagni di San Candido, dove sgorga la sorgente dell’acqua chiamata “Kaiserwasser”. Sapete perché si chiama così? Perché l’imperatore Francesco Giuseppe veniva spesso qui proprio per degustare questa acqua. Il percorso, che parte proprio dal centro di San Candido, ti permette di immergerti nel bosco e di ammirare scorci sulle Dolomiti da togliere il fiato.

Rifugio Baranci

Penso davvero che non esistano montagne più affascinanti di queste. Superati i Bagni abbiamo intrapreso il sentiero che conduce facilmente fino al rifugio Baranci che si trova proprio sulle piste, godendoci ogni attimo di questa esperienza in mezzo alla natura e cercando di imprigionare nella nostra memoria questi paesaggi così lontani dal grigio caos quotidiano cui siamo abituati. Venire tra queste montagne per “tornare alla natura” come ci ha detto la guida, staccare la spina e rilassarsi davvero, penso che sia un piacere che valga la pena concedersi ogni tanto.

Il centro storico

Non ho trascurato di visitare anche il grazioso centro di San Candido, raccolto attorno alla strada pedonale che conduce fino alla barocca Chiesa parrocchiale, che nasconde dietro di sé un piccolo gioiello architettonico: la collegiata di San Candido.

Si tratta del più importante monumento romanico del Sudtirolo, costruito a partire dal 1043, un edificio imponente quanto affascinante. Il Paese è proprio piacevole da percorrere a piedi: imboccando le stradine secondarie si possono ammirare le case in pietra più antiche e scorci suggestivi sul fiume Drava che attraversa sinuoso la cittadina. Ora sei pronto anche tu a prenotare il tuo weekend a San Candido.

Related Articles

Back to top button