Vacanze in Italia

Visitare la Sicilia Orientale in Primavera

La Sicilia è una meraviglia del mediterraneo e la sua costa orientale, bagnata dal Mar Ionio e dominata dal vulcano attivo più alto d’Europa, non può non essere esplorata. Se si desidera vedere il più possibile nel tempo che si ha a disposizione nell’isola, la migliore possibilità rimane rivolgeresti a un buon centro di noleggio auto a Catania, disponibile persino dall’aeroporto internazionale di Fontanarossa.

Lasciato il capoluogo etneo e imboccata l’autostrada A18 verso Siracusa si nota un immediato cambio di colori, alle spalle ci si lascia la scura roccia lavica e l’ Etna che domina ogni vista. Guidando verso sud i colori sono più tenui, con il granito che la fa da padrone e il cielo che sembra quasi più azzurro, mentre il sole picchia anche in primavera.

Siracusa 

Usciti dall’Autostrada ecco Siracusa, splendida città di origini elleniche che si manifestano immediatamente nello straordinario teatro alle porte della città, ottimamente conservato e circondato da splendide colline di granito puntellate da cipressi. A Maggio di ogni anno inizia una rassegna di tragedie che attira spettatori da tutto il mondo, gli spettacoli iniziano al tramonto e si svolgono in uno scenario mozzafiato.

Isola di Ortigia

La città sorge attorno all’isola di Ortigia, sede del palazzo comunale, del duomo e dell’università. L’isola si raggiunge attraversando uno dei ponti che la collegano alla terraferma ed è facile, oltre che meraviglioso, perdersi tra i suoi viottoli per poi trovarsi dinanzi alla sorgente aretusa, da cui sgorga acqua dolce ad un passo dal mare. Altrettanto bella è la splendida piazza Duomo, nella quale la Cattedrale Barocca si staglia maestosa su quello che un tempo era il tempio di Athena, rimarcando la tradizione greca della città di Archimede.

Lasciata Siracusa si prosegue ancora verso Sud, lungo la pur trafficata litoranea che offre splendidi scorci. Appena fuori dalla città è consigliabile una visita alla riserva naturale del Plemmirio, una penisola che si estende sul mare offrendo, oltre all’incredibile vista, la possibilità di immergersi, se la temperatura lo consente, in acque cristalline e incontaminate.

Noto

Qualche decina di chilometri a Sud di Siracusa ecco Noto, la perla del Barocco: il suo corso principale e le vie d’accesso allo stesso sono disseminate di costruzioni stupefacenti e perfettamente conservate. La primavera è certo il momento giusto per visitarla in special modo perché, nel secondo fine settimana di Maggio, si svolge ogni anno la cosiddetta Infiorata, una sfida tra i migliori artisti nel realizzare immagini usando petali di fiori. Sul mare, poco a sud di Noto ecco la riserva naturale di Vendicari.

Le mattine di Maggio quando il sole splende sono il momento ideale per visitare questo piccolo angolo di paradiso, lasciata l’auto all’ingresso della riserva si cammina lungo un sentiero che si perde tra i canneti. Disseminate sul percorso alcune torrette per l’ osservazione degli uccelli che consentono, con un po’ di pazienza, di scorgere le numerosissime specie che occupano l’umida riserva, tra le quali i fenicotteri. Il percorso conduce all’ antica Tonnara, un rudere in pietra che dall’interno offre visioni degne di De Chirico e domina una spiaggia dalla sabbia finissima e chiarissima.

Marzamemi

Lasciata Vendicari si è quasi giunti alla punta estrema della Sicilia, il borgo marinaro di Marzamemi è stato restaurato e si presta a delle splendide passeggiate sul mare con l’alta marea che la sera porta le barchette del porticciolo al livello della banchina con uno spettacolo assolutamente suggestivo. Spingendosi ancora più a sud Porto Palo accoglie con delle acque cristalline ed è l’ultimo centro abitato prima dell’isola delle correnti, collegata da un istmo alla punta meridionale dell’isola, con un faro che illumina l’incrocio tra i due mari, uno spettacolo davvero unico in uno scenario fatto di dune di sabbia e acqua cristallina.

Related Articles

Back to top button