Fughe per il Weekend

Castello di Montalbano, la location vicino Firenze per un weekend romantico

Certe cose io le avevo viste solo nei film ma questa volta la protagonista sono stata io. E non era un film. Una sorpresa per il compleanno che profuma d’amore: dormire in un castello alle porte di Firenze e sognare per una notte di essere una principessa con il proprio principe azzurro. Questa è l’esperienza indimenticabile che ho vissuto al Castello di Montalbano, a due passi dal Centro storico di Firenze ma già immerso nel verde  e nella pace delle colline.

Weekend romantico nel Castello di Montalbano

Si dice che il castello di Montalbano, conosciuto anche come Rocca dei Tedaldi dal nome dei suoi proprietari, sia più antico della città di Firenze; Michelangelo Buonarroti pare lo abbia descritto come uno dei castelli più belli visti in vita sua. Il maniero è indubbiamente suggestivo con il suo aspetto medievale, il cortile curato, le torri panoramiche, gli interni sontuosi.

Lo staff è veramente discreto e piacevole, siamo stati accolti con calore e abbiamo raggiunto subito la terrazza panoramica in cima alla torre, da dove si gode di una vista scenografica che si spinge fino alla cupola del Duomo. Tutto intorno solo colline e ulivi. Aspettiamo il tramonto accompagnati da un ottimo calice di prosecco. Sono senza parole e mi godo la bellezza di quello che sto vivendo.

La camera a noi riservata (ognuna è diversa e a tema storico) è la stanza nella quale dormì Carlo Magno quando nel 768 scese verso Roma. Letto rotondo, un mix di dettagli artistici moderni e retrò, una vasca idromassaggio che è un caldo invito al relax. Mi sembra tutto davvero irreale e vorrei che il tempo si fermasse a questi momenti di emozione pura.

E invece le sorprese non finiscono qui: nel salone principale ci aspetta una cena a lume di candela di fronte alla finestra, dalla quale godere di un paesaggio magnifico che fa da cornice a un altro momento magico vissuto insieme. Il servizio è molto discreto, una musica dolce di sottofondo accompagna l’arrivo delle portate, con piatti della tradizione toscana rivisitati con un tocco di modernità. Tante portate, tutte curate e con ingredienti di qualità.

Dopo cena facciamo una piccola passeggiata intorno al cortile per ammirare il castello illuminato dalle luci della sera. Cerco di pizzicarmi le guance perché mi sembra davvero di sognare e invece c’è ancora qualcosa di inaspettato ad attendermi. La ciliegina sulla torta, il dulcis in fundo, il finale a sorpresa: rientrati nella stanza apro la porta e trovo la stanza illuminata da decine di piccole candele che creano un’atmosfera soffusa e vellutata. Il letto è cosparso di petali di rosa. Non ci voglio credere, questo è davvero troppo anche per me. Non so che dire se non che nessuno aveva mai fatto una cosa così per me.

Il sole illumina la stanza quando ci bussano alla porta la mattina dopo perché abbiamo scelto di farci portare la colazione a letto, l’ultimo vizio che ci concediamo prima di lasciare il castello e tornare a casa. Arrivano due vassoi pieni di cose buonissime dolci e salate e due tazze di cappuccino fumanti. Dobbiamo davvero lasciare tutto questo? Ebbene sì, ma dentro di me porterò sempre il ricordo di aver vissuto un weekend romantico a Firenze dormendo in un castello, proprio come una principessa.

Related Articles

Back to top button